10/12 November 2022: 5th International Congress

V Congresso Internazionale-Beyond The Line From Macro to Micro Surgery Copertina 5th International Congress

Dear colleagues, dear friends,
the traditional triennial IPA International Conference is now in its 5th edition, the outcome of the tireless work of all its members.
Ipa Locandina Beyond the Line Macro Micro Surgery ChirurgiaOn this occasion, too, we will be presenting the scientifi c results of the research and multi-centre studies that IPA has carried out over the past few years: many new things together with confirmations of what had already been written. IPA’s role is this: to study, test and propose new scientific protocols that can then be disseminated to the wide international audience of clinical users, allowing them to extend and strengthen their range of action in everyday surgery.

The programme is very intense and ambitious: it is organized in seven sessions and touches on almost all surgical fields, from implantology to regenerative procedures, from maxillofacial surgery to periodontal and peri-implant surgery, bringing together the experience of the world’s leading experts in their areas.
In each session we will have both IPA and external speakers and chairpersons, so as to guarantee an overall perspective from different points of view on ultrasound surgery and more; this approach, now common practice at our conferences, always make for a very interesting debate. I am sure that this event will once again be unique and unmissable.

The spotlight will also be on the young people who, in the Award dedicated to IPA’s friend Lauro Dusetti, who sadly passed away recently, will compete in the fi eld of basic and clinical scientific research for the publication of their best works. We have chosen Turin as the guest city: it is close to Europe, easily reached from anywhere in the world, and its University has long been closely associated with IPA.
All this is taking place in one of the city’s most interesting sites, the Lingotto, a gold standard of conference activities with its magnifi cent Sala Cinquecento, designed by Renzo Piano, and the Automobile Museum, another “must” that symbolizes Turin’s and Italy’s entrepreneurship in the world.

I want to thank everyone who has supported me in the organization of this event, and I hope you will be able to attend in force in Turin for another unmissable event.

IPA President
Umberto Pratella

 


Cari colleghi, cari Amici,
il tradizionale appuntamento triennale con il Congresso Internazionale IPA è giunto ormai alla sua 5° edizione, frutto del lavoro instancabile di tutti i suoi membri. Anche in questa occasione verranno presentati i risultati scientifici delle ricerche e degli studi multicentrici che IPA ha svolto negli ultimi anni: tante cose nuove insieme alle conferme di quanto già era stato scritto.
Il ruolo di IPA è proprio questo: studiare, testare e proporre nuovi protocolli scientifici che poi possano essere divulgati al largo pubblico internazionale di fruitori clinici e che consentano loro di ampliare e rafforzare il proprio campo d’azione nella chirurgia
di tutti i giorni.

Il programma è molto intenso e ambizioso, organizzato in sette sessioni, tocca quasi tutti i campi chirurgici, da quelli implantologici a quelli rigenerativi, dalla chirurgia maxillo-facciale a quella parodontale e periimplantare portando l’esperienza dei maggiori esperti mondiali dei loro settori.

In ogni sessione avremo relatori e presidenti di seduta sia appartenenti all’IPA che esterni in modo da garantire una visione d’insieme da più punti di vista sulla chirurgia ultrasonica e non solo; questa, che è ormai una regola dei nostri congressi, rende sempre il confronto molto interessante. E anche questa volta sono certo che l’evento sarà unico e imperdibile. Sono previsti anche i riflettori della ribalta per i giovani che, nel Premio tributo all’amico dell’IPA Lauro Dusetti purtroppo recentemente mancato, potranno sfidarsi nel campo della ricerca scientifica di base e della clinica per ottenere la dignità di pubblicazione dei loro migliori lavori. Abbiamo poi scelto
come sede ospitante la città di Torino, vicina all’Europa e facilmente raggiungibile da ogni parte del mondo, la cui Università è tra quelle storicamente più vicine all’IPA.
Tutto si compie in alcuni dei maggiori punti d’interesse della città, Il Lingotto, un gold standard dell’attività congressuale con la splendida Sala Cinquecento progettata da Renzo Piano, e il Museo dell’Automobile, altro “must” simbolo dell’attività torinese e
italiana nel mondo.

Ringraziando fin d’ora tutti coloro che mi hanno supportato nella realizzazione di questo evento, spero di incontrarvi numerosi a Torino per un altro appuntamento imperdibile.

Il Presidente IPA
Umberto Pratella

Share:

Leave a Reply